.
Annunci online

PASSIONE E IDEE IN REGIONE
POLITICA
28 aprile 2011
Cena con Antonio Pettinari e Daniele Salvi

POLITICA
28 aprile 2011
Lavoro e sviluppo

Venerdì 29 Aprile si svolgerà a Castelraimondo, presso il teatro comunale in Piazza della Repubblica, alle ore 21,00, un importante incontro promosso dal Partito Democratico dal tema “LAVORO E SVILUPPO – L’entroterra montano tra crisi aziendali e nuove opportunità”

Parteciperanno numerosi esponenti del Partito Democratico, del mondo sindacale ed imprenditoriale: Marco Cavallaro Candidato Sindaco al comune di Castelraimondo, Daniele Salvi candidato al collegio al Consiglio provinciale, Marco Luchetti Assessore regionale del Lavoro, Sara Giannini Assessore regionale alle attività produttive, Palmiro Ucchielli Segretario regionale PD Marche nonché Aldo Benfatto segretario provinciale CGIL, Stefania Montagner segretario provinciale FIM-CISL, Manuel Broglia segretario provinciale UIL, Maurizio Tritarelli Presidente provinciale CNA.

Un ricca rappresentanza di esperti nelle tematiche del lavoro per discutere sulle strategie di sviluppo volte a rafforzare il tessuto occupazionale del territorio montano, sulle politiche di sostegno al lavoro e all’impresa e sulle linee da seguire per un nuovo e concreto sviluppo dell’entroterra maceratese

POLITICA
22 aprile 2011
“Le parole della Craxi sono indegne, si dimetta! Che pensa Capponi?”

Leparole di Stefania Craxi sono indegne di un Settosegretario di Stato. La signora Craxi si dovrebbe dimettere.

Chiedo formalmente al candidato Presidente della destra Franco Capponi se condivide le parole pronuciate dalla sua supporter e che non ripeto per carità di patria.

Esse sono inqualificabili ed offensive.

Se una figura istituzionale cade così in basso, al punto di paragonare una parte politica a ciò che è illegale e criminoso non ci stupisce che da quella parte politica possano venire manifesti come quelli che hanno recentemente paragonato i magistrati alle Br

Tra l’altro le sue folli esternazioni dimostrano una totale ignoranza della realtà sociale ed economica delle Regioni del Centro Italia e in particolare della provincia di Macerata.

Stefania Craxi ha insultato tutti i cittadini di questa provincia.

È bene che il signor Capponi scelga con più oculatezza chi viene a sostenerlo in campagna elettorale.


 

POLITICA
21 aprile 2011
La politica energetica ha bisogno di una strategia di lungo corso, non d’improvvisazioni

La retromarcia del Governo sul nucleare è lo specchio del modo di governare populistico che oscilla tra gli annunci napoleonici e l’opportunismo del consenso. Quanto avvenuto in Giappone ha imposto a tutti i paesi che hanno fatto la scelta nucleare di riflettere sui rischi che la produzione di questo tipo di energia implica, ma in Italia ciò ha coinciso con una vera e propria fuga dettata dai sondaggi e da una serie di concomitanze. La prima, che la scelta fatta di tornare ad investire in questo campo era talmente tardiva che si è arenata di fronte alla prima difficoltà; la seconda, che prima di fare retromarcia sul nucleare si sono praticamente azzerati gli incentivi sulle energie rinnovabili, in particolare sul fotovoltaico, che in questi anni è stato uno dei settori di maggiore espansione anche occupazionale; la terza, che quanto succede in Libia sta producendo un’impennata del prezzo della benzina e dei carburanti, su cui il Governo non sta facendo nulla, e ci rende ancor più dipendenti dal petrolio; la quarta, che l’ansia di disinnescare i referendum, che includono anche il quesito sul legittimo impedimento, ha avuto la meglio su ogni considerazione di tipo energetico.

Per chi come noi è contrario alla reintroduzione del nucleare in Italia per ragioni di merito e non ideologiche, il retrofront è un risultato frutto anche della crescente sensibilizzazione sul tema; tuttavia non possiamo non essere preoccupati del fatto che il nostro Paese non ha una strategia di politica energetica, che è invece essenziale per ogni Stato moderno.

Niente nucleare, niente rinnovabili, costretti a dipendere sempre di più dal petrolio con tutto ciò che esso significa, mentre il resto del mondo sta cercando valide alternative ad esso.

Dal piccolo territorio della Provincia di Macerata, se avremo la fiducia dei cittadini, diremo chiaramente no al nucleare, sì alle energie rinnovabili, senza tuttavia compromettere il paesaggio, sì al tendenziale raggiungimento del federalismo energetico attraverso una valutazione di merito dei vari progetti energetici secondo un’idea di programmazione degli stessi, sperando che anche a livello nazionale si volti quanto prima pagina e s’imbocchi in materia energetica una strada chiara, lunga e diritta.


 

POLITICA
19 aprile 2011
Riscossa Democratica

POLITICA
19 aprile 2011
Un Bersani in gran forma in visita nelle Marche

Qui trovate le foto dell'incontro di ieri con Bersani a Castelraimondo

Abbiamo un grande Segretario!!

POLITICA
13 aprile 2011
Venerdì 15 Aprile, ore 18,30

POLITICA
12 aprile 2011
Piccoli Comuni Domani

Giovedì 7 Aprile scorso si è svolto a Gagliole l’incontro promosso dal Partito Democratico sul futuro delle piccole municipalità montane. Con l’occasione, è stato presentato ai cittadini il candidato Daniele Salvi che correrà, alle prossime elezioni provinciali, per il collegio n. 2 che comprende i comuni di Castelraimondo, Fiuminata, Gagliole, Pioraco, Sefro, Serrapetrona e Serravalle di Chienti. Il tema fulcro del dibattito è stato il federalismo municipale, da tempo annunciato, ma del tutto deludente nella versione approvata alla Camera dei Deputati. Esso, infatti, nega i principi di responsabilità e di perequazione, non conferisce reale autonomia impositiva ai Comuni, contribuirà ad aumentare le tasse locali, oltre a premiare le realtà economicamente e demograficamente più forti e a penalizzare quelle già deboli. Sono intervenuti il Sindaco di Gagliole Gianfabio Giorgioni, Roberto De Angelis Sindaco di Cossignano e Coordinatore Consulta ANCI Piccoli Comuni Marche e Massimo Vannucci, relatore della Proposta di Legge a favore dei piccoli comuni. Si è molto discusso dell’importanza dell’associazione dei servizi e delle funzioni amministrative associate, divenute per legge obbligatorie, delle diverse possibili forme associative (Unioni dei Comuni o convenzioni) e soprattutto di soluzioni flessibili, economiche ed efficaci per garantire il giusto tenore di vita a tutti quei cittadini che vivono nei piccoli Comuni e nei territori montani, i quali devono poter contare su livelli minimi delle prestazioni e dei servizi uguali ad altre parti del Paese e della provincia. Nel dibattito ha consentito di evidenziare come la montagna costituisca un valore aggiunto e sono state avanzate proposte per rafforzare il tessuto occupazionale, turistico e sociale, capaci di contrastare lo spopolamento e, di conseguenza, l’impoverimento del territorio. Sono intervenuti anche molti amministratori locali tra cui il Sindaco di Sefro Mario Pierozzi, il Sindaco Settimio Novelli di Apiro, il Sindaco uscente Cesare Martini di San Severino Marche, candidato alle prossime amministrative, nonché i Presidenti delle Comunità montane di San Severino Marche e di Camerino.

Ha concluso i lavori Daniele Salvi con un ricco intervento che ha sottolineato gli effetti della crisi sul territorio e dei tagli del Governo sul sistema delle autonomie locali ed ha avanzato proposte per il futuro della provincia di Macerata e dei piccoli Comuni, specie montani, toccando i temi del riordino istituzionale e amministrativo, della progettazione e programmazione integrata degli interventi, delle politiche di sostegno al lavoro e indicando le direttrici di un nuovo sviluppo che poggi sulle energie da fonti rinnovabili, sull’innovazione delle realtà produttive e artigianali, sulla cultura, il turismo e l’ambiente, sui servizi alla persona e l’agricoltura di qualità. Idee queste che Salvi ha racchiuso nel concetto di un Patto per la coesione e lo sviluppo della Montagna maceratese, che il Pd intende portare avanti dal governo della Provincia di Macerata.

POLITICA
8 aprile 2011
Oggi, ore 18,00, con Casini, Letta e Spacca

Alle ore 18,00 di oggi sarò alla presentazione del candidato alla Presidenza della Provincia del centrosinistra, Antonio Pettinari

POLITICA
7 aprile 2011
Stasera a Gagliole per parlare del futuro dei Piccoli Comuni

Questa sera interverrò a Gagliole nel corso di questa iniziativa già segnalata nei giorni scorsi

sfoglia
marzo   <<  1 | 2  >>   maggio