.
Annunci online

PASSIONE E IDEE IN REGIONE
30 aprile 2009
LA CRISI RIMETTE AL CENTRO IL LAVORO, IMPEGNIAMOCI A PRESERVARLO
La festività del primo maggio assume quest’anno un valore particolare. La crisi economica, generata dagli squilibri della finanza internazionale e che si sta riverberando pesantemente sulle economie locali, ha svegliato tutti dal sonno dogmatico del “pensiero unico” che riponeva nelle sorti della finanza la possibilità di crescita e di benessere per tanti.

Oggi tutti ci rendiamo conto che in realtà tra le ragioni della crisi c’è quel processo che per circa venti anni ha portato ad una crescita su scala mondiale delle diseguaglianze, alla compressione del lavoro e dei diritti, visti come costi, alla divaricazione dei ceti medi nelle società evolute.

E’ stato il “lato oscuro” di una globalizzazione che, peraltro, ha contribuito ad allargare gli orizzonti, ha facilitato scambi di informazioni, merci e persone, oltre che prodotto ricchezza dove non c’era.

La crisi porta a riscoprire l’essenza delle cose, costringe a guardare i fondamentali e rimette al centro i valori, quelli veri e tra questi il valore del lavoro.

Quello su cui è fondata la nostra Repubblica e che trova centralità nella carta costituzionale; quello che la democrazia italiana ha il dovere di garantire a ciascuno, chiedendo a ciascuno responsabilità.

Nel momento in cui torna a crescere la disoccupazione, i giovani hanno difficoltà ad inserirsi nel mondo del lavoro, i precari vedono cessare il proprio rapporto lavorativo, tanti lavoratori -specie le donne- sono senza coperature e garanzie sociali, i piccoli imprenditori stentano a portare avanti la propria azienda, ci rendiamo conto ancora di più di come il lavoro costituisca la fonte della dignità umana e della considerazione sociale.

Nella nostra provincia, dove non ci si è mai distaccati molto dalla concretezza del vivere, il lavoro resta il pilastro dell’economia, ciò che in questa fase dobbiamo preservare, come abbiamo cercato di fare con l’anticipo della CIGS, che oggi diventa una misura standardizzata su scala regionale, con contributi straordinari a chi ha perso lavoro, con la promozione delle forme di autoimprenditorialità e con politiche attive di riqualificazione e reinserimento lavorativo.

Consapevoli come siamo che tutto ciò non è assolutamente sufficiente, ma con la speranza che la crisi contribuisca a definire ciò che il nostro paese non ha finora avuto, vale a dire un sistema di sostegno al reddito e di politiche attive universalistico e personalizzato, che cioè per un verso non sia più “in deroga” e per l’altro abbia i caratteri della stabilità e della risposta ai bisogni della singola persona.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. primo maggio

permalink | inviato da Daniele Salvi il 30/4/2009 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
29 aprile 2009
Primo Maggio a Castelraimondo nella splendida cornice di Borgo Lanciano
Venerdì I Maggio 2009- Castelraimondo, Borgo di Lanciano
27 aprile 2009
25 Aprile sui sentieri della Resistenza
 
Sabato ho girato il collegio elettorale dove si sono svolte diverse manifestazioni per la ricorrenza del 25 aprile.
Fiuminata, dove il sindaco Mazzalupi (presente anche il Sindaco di Sefro) ha tenuto un efficace discorso sul valore dei momenti fondativi dell'identità delle nazioni e degli stati, richiamando l'eguale valore che la Resistenza e la lotta di Liberazione hanno per la nostra Repubblica democratica; Pioraco dove pure si è ricordato il tributo di sangue per l'Italia libera e infine nel pomeriggio il cammino insieme a giovani, famiglie ed anziani con partenza da Gagliole e metà a Valdiola dove si trova il cippo funebre del capitano Salvatore Valerio, comandante del battaglione "Mario", che cadde in quei luoghi nel marzo del '44 durante la battaglia con l'esercito nazi-fascista in ritirata.
Lì, com' è ormai consuetudine, sono confluite tante altre persone provenienti dalle città di Matelica e San Severino Marche, oltre che da altre località, e insieme alle autorità presenti e all'ANPI è stata deposta una corona d'alloro, si è ricordato il senso della Festa della Liberazione e si è assistito ad un piccolo spettacolo teatrale.
E' importante che continuiamo a mantenere viva la memoria, oggi che anche sembrano tutti disponibili a riconoscere il valore di quella lotta per la libertà, la giustizia e la democrazia, senza false equiparazioni e con il rispetto e la pietà verso ogni caduto. Speriamo che anche altre Amministrazioni comunali si decidano a celebrare la ricorrenza e a viverla come la festa di tutti gli italiani.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. 25 aprile

permalink | inviato da Daniele Salvi il 27/4/2009 alle 9:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
27 aprile 2009
Comunicato stampa sul distretto tecnologico dell'alto matelicese
 

L’aggregazione di 7 imprese della meccanica matelicese, incentrata sulle tecnologie verdi, anche dette “green tech”, è vista con favore dall’assessore provinciale alle attività produttive Daniele Salvi.

“E’ sempre un segnale importante quando delle imprese si mettono insieme, -ha dichiarato Salvi- a maggior ragione se ciò avviene per perseguire progetti innovativi come possono essere quelli legati alle tecnologie verdi”.

D’altronde anche dal livello regionale stanno arrivando segnali molto positivi per il territorio colpito dalla crisi del distretto della meccanica.

E’ di qualche giorno fa il pronunciamento del presidente della Regione Gian Mario Spacca a favore dell’idea di distretto tecnologico con l’obiettivo d’inserirlo nell’accordo di programma in via di definizione tra Stato e Regioni. Si pensa ad un distretto declinato sulle tecnologie dell’abitare e sulla domotica, che includa anche l’alto maceratese e si ipotizza un investimento complessivo di circa 50 mln di euro.

La Regione Marche, inoltre, ha avanzato al Ministero dello sviluppo economico la proposta d’individuare nel territorio umbro-marchigiano colpito dalla crisi della “A.Merloni” uno dei quattro poli nazionali per lo sviluppo del fotovoltaico (gli altri sarebbero già stati individuati in Liguria, Lazio e Sicilia).

Entrambe le proposte, fatte proprio dalla Regione Marche, trovano un precedente nella piattaforma strategica per il rilancio della zona montana elaborata dalla Provincia di Macerata, dove sia l’idea del distretto tecnologico che quella dello sviluppo delle energie rinnovabili sono individuate come progettualità da sviluppare per assicurare un futuro al territorio interessato.

Da ultimo, ulteriori proposte condivise da Provincia di Macerata e Regione Marche sono quelle della proroga del risarcimento degli oneri sospesi a seguito del sisma del ’97 con incluso innalzamento della soglia di esenzione al 90%, così come previsto per altri territori colpiti da calamità analoghe, e l’attivazione delle procedure per ususfruire del Fondo europeo per l’adeguamento della globalizzazione (Feg), che potrà garantire un sostegno al reddito dei lavoratori che s’impegnano in azioni di formazione e riqualificazione professionale.

“C’è una sinergia importante tra istituzioni -ha concluso Salvi- che lascia ben sperare per i risultati che potranno essere ottenuti a favore dei cittadini e del territorio. Ci aspettiamo anche che il Governo si renda favorevole a smobilizzare il complesso dismesso delle Casermette in località Torre del Parco di Camerino, oggi di proprietà del Ministero della Difesa. Sarebbe un primo passo significativo nella direzione di rendere l’area produttiva circostante più funzionale, magari in collegamento con le progettualità individuate”.
POLITICA
24 aprile 2009
Oggi, dalle ore 18,00 al Castello della Rancia di Tolentino

POLITICA
23 aprile 2009
A Fiuminata, il 6 Settembre di un anno fa
POLITICA
22 aprile 2009
Oggi, Domani e Dopodomani
Stasera sarò alla riunione organizzata dal Coordinamento provinciale del PD sulla campagna elettorale all'Abbadia di Fiastra di Tolentino per ascoltare il sociologo e sondaggista Carlo Buttaroni

Domani, Giovedì 23 Aprile, alle ore 21,00, parteciperò
all'Assemblea provinciale

Venerdì 24 Aprile, alle ore 18,00, festeggerò con il popolo del centrosinistra, l'avvio della campagna elettorale di Giulio Silenzi e della coalizione che lo sostiene
POLITICA
21 aprile 2009
Calendario elettorale
Il Primo Maggio a Castelraimondo festeggeremo il Lavoro e insieme daremo l'avvio ufficiale alla campagna elettorale

Di seguito invece riporto il calendario delle presentazioni della mia candidatura nei Comuni del Collegio:

Martedì 5 Maggio, alle ore 21,00
Fiuminata

Mercoledì 6 Maggio, ore 21,00
Gagliole

Giovedì 7 Maggio, ore 21,00
Sefro

Venerdì 8 Maggio, ore 21,00
Pioraco, Cinema 70

Domenica 10 Maggio, ore 11,00
Esanatoglia
POLITICA
20 aprile 2009
1° Maggio a Castelraimondo con Silenzi e Ucchielli
Venerdì 1 Maggio festeggeremo la Festa dei Lavoratori al Borgo di Lanciano di Castelraimondo a partire dalle ore 15,00.
Musica, balli e una merenda a base di prodotti tipici caratterizzeranno un pomeriggio all'insegna del divertimento e della riflessione politica con Giulio Silenzi, candidato alla Presidenza della Provincia di Macerata, Palmiro Ucchielli, candidato al Parlamento europeo e il sottoscritto, candidato al Consiglio provinciale

Non mancate!
POLITICA
17 aprile 2009
Giulio Silenzi domani presenta la sua candidatura
Sabato 18 Aprile, alle ore 11,00, alla Filarmonica di Macerata (zona centro) Giulio Silenzi ufficializza la sua ricandidatura alla carica di Presidente della Provincia di Macerata

Alle 17,00 a Castelraimondo inauguriamo la sede del PD.


Vi aspettiamo!!!

sfoglia
marzo   <<  1 | 2  >>   maggio