.
Annunci online

PASSIONE E IDEE IN REGIONE
POLITICA
28 aprile 2011
Lavoro e sviluppo

Venerdì 29 Aprile si svolgerà a Castelraimondo, presso il teatro comunale in Piazza della Repubblica, alle ore 21,00, un importante incontro promosso dal Partito Democratico dal tema “LAVORO E SVILUPPO – L’entroterra montano tra crisi aziendali e nuove opportunità”

Parteciperanno numerosi esponenti del Partito Democratico, del mondo sindacale ed imprenditoriale: Marco Cavallaro Candidato Sindaco al comune di Castelraimondo, Daniele Salvi candidato al collegio al Consiglio provinciale, Marco Luchetti Assessore regionale del Lavoro, Sara Giannini Assessore regionale alle attività produttive, Palmiro Ucchielli Segretario regionale PD Marche nonché Aldo Benfatto segretario provinciale CGIL, Stefania Montagner segretario provinciale FIM-CISL, Manuel Broglia segretario provinciale UIL, Maurizio Tritarelli Presidente provinciale CNA.

Un ricca rappresentanza di esperti nelle tematiche del lavoro per discutere sulle strategie di sviluppo volte a rafforzare il tessuto occupazionale del territorio montano, sulle politiche di sostegno al lavoro e all’impresa e sulle linee da seguire per un nuovo e concreto sviluppo dell’entroterra maceratese

POLITICA
5 aprile 2011
Capponi solo e destra divisa. Noi l’alternativa

Invito Capponi alla moderazione, al rispetto delle posizioni altrui, a non falsificare i dati di realtà. Sostenere che in un anno lui ha fatto tutto e che tutti dovrebbero stare con lui ha un che di bulimico, tipico del berlusconismo ed è bene che esso venga archiviato anche nella provincia di Macerata.

In un anno non si può fare gran che, né la Provincia da sola può dare risposte significative ai problemi che i cittadini vivono. Capponi lo sa e li offende quando vuol far loro credere che egli in meno di un anno ha smosso le montagne. Lo dico anche a chi dipinge quello stesso anno come una catastrofe. Dobbiamo essere seri, se vogliamo che la politica riacquisti la fiducia dei cittadini.

La realtà è un’altra: Capponi è più debole di ieri e la coalizione che lo sostiene si è drammaticmente spostata a destra, perdendo pezzi importanti come l’Udc, la Lega per le Marche e la lista civica di Corvatta. Su questo egli dovrebbe seriamente interrogarsi. Altro che accordi di potere! La verità è che il suo progetto non è stato all’altezza delle questioni rilevanti che stavano sul tappeto e di questo si sono resi conto per primi gli alleati più riflessivi e moderati.

Intanto si è acuita la crisi economica e sociale, senza che il Governo muovesse paglia; gli Enti locali subiscono pesantissimi tagli da parte del Governo, mettendo a rischio la salvaguardia di servizi essenziali per i cittadini; l’annunciato federalismo municipale contribuirà a rendere più deboli i deboli e ad aumentare la tassazione locale. Dobbiamo prendere di petto questi temi e avere ben altre ambizioni.

Per questo insieme all’Udc, agli altri alleati e ad Antonio Pettinari abbiamo dato vita ad un nuovo progetto politico di governo per la Provincia di Macerata.

POLITICA
25 marzo 2009
Grazie
E' stata una giornata bellissima.

Domenica 22 Marzo si è svolta la consultazione di Collegio per le candidature al Consiglio provinciale.

Circa 300 amici e simpatizzanti hanno dato il loro consenso alla candidatura che i Circoli dei 6 Comuni hanno avanzato in modo unitario, dopo aver svolto riunioni dei direttivi prima di circolo e poi congiunte a livello territoriale.
Un grande successo di partecipazione, se consideriamo che ad esempio nel capoluogo di provincia, che include 4 Collegi, hanno partecipato 780 persone.

A tutti loro va il mio ringraziamento per il consenso che hanno voluto esprimere e l'indicazione forte che mi hanno rivolto.

Bello è stato girare fin dal primo mattino per le varie realtà del collegio (Esanatoglia ore 10,00; Fiuminata ore 11,00 Pioraco ore 12,00 Sefro ore 13,00, Gagliole ore 16,00 Castelraimondo ore 17,00) ed incontrare decine e decine di persone per discutere insieme a loro del lavoro svolto dall'Amministrazione provinciale e rispondere a domande e richieste di chiarimento.

Abbiamo rinnovato un rapporto con i simpatizzanti, i militanti, gli amici, che vedono nella partecipazione democratica il grande discrimine tra la nostra idea della politica e quella di chi fonda un partito in modo verticistico.

Ho potuto percepire nei vari incontri e nei vari volti la consapevolezza dell'importanza del momento politico anche per il progetto del PD, il riconoscimento della bontà e dell'efficacia dell'azione di governo che il centrosinistra ha garantito da oltre 14 anni alla comunità provinciale, la certezza che la continuità è oggi un valore e che il centrodestra è animato solo da un sentimento di rivalsa, che lo porta ad unirsi senza un progetto, ma avendo già spartito tra di loro i vari Assessorati.

Ci siamo, nelle prossime settimane ci aspetta un duro ed avvincente lavoro, insieme possiamo farcela. Con l'umiltà, la passione e la tenacia che ci hanno sempre animato.
Grazie
sfoglia
marzo        maggio